Oggi è 29/06/2017, 16:53

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora





Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 153 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 12, 13, 14, 15, 16
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: MERCATI "sui generis"
MessaggioInviato: 05/02/2014, 20:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/07/2013, 15:19
Messaggi: 161
Località: UMBRIA
FtseMib: crollo ulteriore senza una pronta reazione ?
FtseMib: un crollo del 10% in caso di mancata tenuta dei recenti minimi ? Potrebbe non bastare al nostro mercato l'attuale minicorrezione, ed anzi potrebbe essere molto vicino il vero ribasso azionario , con downside compresi tra - 10% e -15% , temporalmente molto veloce , che riporterebbe al massimo equilibrio i listini mondiali. A perdere maggiormente dovrebbero essere nell'ordine lo SP500, il Dax ed infine il nostro FtseMib , che presenta attualmente una forza relativa maggiore degli altri, salvo naturalmente eventi non immaginabili in questo momento.

Il nostro mercato potrebbe ritornare verso quota 17000/17200,ovvero la parte bassa del canale rialzista pluriennale in atto dal 2012, il che corrisponderebbe a possibili estensioni in area 7800 a salire del Dax.

Il mancato superamento da parte dei listini degli ultimi massimi entro qualche settimana sarebbe un serio campanello di allarme; intanto a livello europeo le forze politiche antieuro sono date avere una percentuale compresa tra il 10% e il 18%: se fosse vera la seconda ipotesi è realistico pensare ad uno smottamento della moneta unica europea, salvo provvedimenti anticipatorii della BCE (Berlino: BCE1.BE - notizie) , già pronti , ma che ancora trovano resistenza in Germania, ormai prossima all'inversione in senso ribassista del proprio ciclo economico.

Potremmo augurarci a questo punto ribassi importanti a livello di equity occidentale, con conseguenze rivalutative dell'Euro il che aumenterebbe la forza politica di chi vuole la fine della moneta unica : tutto questo convincerà la BCE (Toronto: BCE-PA.TO - notizie) a intervenire a favore dell'Euro in modo estremamente massiccio, ad obbligare il sistema bancario all'elargizione del credito, ad emarginare quel tanto che basta la Germania : l'Italia è nel mirino della Germania da molto tempo e i successi tedeschi sono lì a dimostrarlo; adesso è il momento di dire "stop" , altrimenti meglio che muoia Sansone con tutti i filistei

_________________
Non ti curar di lor ma guarda e passa...
«Nulla è più facile che illudersi. Perché l'uomo crede vero ciò che desidera.»(Demostene)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: MERCATI "sui generis"
MessaggioInviato: 06/02/2014, 21:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/07/2013, 15:19
Messaggi: 161
Località: UMBRIA
Piazza Affari chiude in deciso rialzo, Ftse Mib guadagna oltre il 2%. Brillano le banche
MILANO (Finanza.com)

Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo aumentando i guadagni in scia all’andamento tonico di Wall Street, che ha risollevato i listini europei dopo un momento di volatilità complice la decisione della Bce di lasciare invariati i tassi allo 0,25%. A Piazza Affari, in particolare, hanno brillato i titoli del comparto bancario in scia alle continue ipotesi della creazione di bad bank dove far confluire i crediti problematici. A favorire il rialzo anche le parole di Mario Draghi che ha dichiarato che l’Eurozona non si trova in un contesto di deflazione, ma solo di bassa inflazione, sottolineando che la recente discesa dei prezzi è dovuta essenzialmente alla componente energetica. Ora l’attenzione è rivolta ai dati sul mercato del lavoro statunitense di gennaio in uscita domani pomeriggio. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,28% a 19.504 punti.

In gran spolvero sul Ftse Mib il comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 3,70% a 1,26 euro, Montepaschi il 5,43% a 0,182 euro, Popolare dell’Emilia Romagna il 4,65% a 6,98 euro, Mediobanca il 3,67% a 7,055 euro. Sotto i riflettori sono finite Intesa SanPaolo (+2,95% a 2,094 euro) e Unicredit (+1,38% a 5,495 euro) che secondo La Repubblica starebbero progettando alla creazione di una bad bank in comune dove far confluire i crediti difficili, coinvolgendo il fondo Usa di private equity Kkr e gli specialisti Alvarez & Marsal. Restando tra i finanziari Azimut ha mostrato un balzo del 6,35% a 22,45 euro in scia al miglior risultato di raccolta mensile nella storia del gruppo. Tra i migliori di seduta da segnalare Enel che ha chiuso con un progresso del 4,43% a 3,488 euro. Ben comprata anche Mediaset (+4,15% a 3,762 euro) dopo le parole di Piersilvio Berlusconi. Il vicepresidente del gruppo di Cologno Monzese, come riportato dalle principali agenzie di stampa, ha dichiarato questa mattina che Mediaset ha evidenziato qualche lieve segnale positivo per quanto riguarda la raccolta pubblicitaria. In luce Tod’s (+1,54% a 98,75 euro) in scia alla promozione giunta da Goldman Sachs.La migliore performance è stata quella di Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) che ha conquistato il primo posto del Ftse Mib con un rally del 6,35% sulla scia dei dati relativi alla raccolta del mese di gennaio che ha fatto segnare il miglior risultato di sempre nella storia del gruppo. Protagonisti i titoli del settore bancario animati anche dalle continue indiscrezioni relative alla creazione di bad bank nelle quali far confluire i crediti problematici.

L’agenzia di rating Fitch ha comunicato oggi di aver confermato il rating IFS di Generali ad A- con outlook negativo.
L'agenzia di rating americana ha altresì confermato il merito creditizio BBB+ per le emissioni obbligazionarie senior di Assicurazioni Generali e BBB- per quelle subordinate.

Borsa Usa: indici positivi, crolla Twitter
A New York i principali indici sono in rialzo. Il Dow Jones guadagna lo 0,99%, l'S&P500 lo 0,94% e il Nasdaq Composite l'1,2%.
Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 31 gennaio si sono attestate a 331 mila unità, sotto le attese degli analisti pari a 335 mila unità e inferiori al dato rilevato la settimana precedente (351 mila unità). Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione si attesta a 2,964 milioni, superiore ai 2,949 milioni della settimana precedente, rivisto da 2,991 milioni.
Sul fronte societario Twitter -23%. Il social media ha pubblicato una trimestrale superiore alle attese che non ha controbilanciato il rallentamento della crescita degli utenti attivi mensili. Nell'ultimo trimestre del 2013 i ricavi sono aumentati del 121% a 242,6 milioni di dollari mentre l'utile adjusted si è attestato a 9,77 milioni (0,02 dollari per azione). Gli analisti avevano previsto una perdita adjusted di 0,02 dollari per azione. Il numero di utenti attivi mensili è cresciuto del 3,8% a 241 milioni contro i 250 milioni attesi. Ubs ha tagliato il rating sul titolo a sell.
Yelp +12%. Il sito di recensioni ha chiuso il quarto trimestre 2013 con una perdita di 2,1 milioni di dollari (0,03 dollari per azione), in calo rispetto al rosso di 5,3 milioni di un anno prima. I ricavi sono saliti a 70,7 milioni da 41,2 milioni. Gli analisti avevano previsto una perdita per azione di 0,04 dollari su ricavi per 67,3 milioni. Per il primo trimestre 2014 la società stima un giro d'affari tra 73,5 e 74,5 milioni.
Walt Disney +5%. Il gruppo dell'intrattenimento ha chiuso il primo trimestre dell'esercizio fiscale 2013/2014 con un utile di 1,84 miliardi di dollari, in crescita del 33% rispetto ad un anno prima. I ricavi sono saliti a 12,31 miliardi da 11,34 miliardi mentre l'Eps adjusted si è attestato a 1,04 dollari. Gli analisti avevano previsto un Eps di 0,92 dollari su ricavi per 12,25 miliardi.
- See more at: http://www.trend-online.com/ansa/fta147 ... MjOVc.dpuf

_________________
Non ti curar di lor ma guarda e passa...
«Nulla è più facile che illudersi. Perché l'uomo crede vero ciò che desidera.»(Demostene)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: MERCATI "sui generis"
MessaggioInviato: 07/02/2014, 20:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/07/2013, 15:19
Messaggi: 161
Località: UMBRIA
Piazza Affari chiude l’ottava in bellezza. Denaro sui finanziari
La settimana si è chiusa in bellezza per Piazza Affari che ha allungato ulteriormente il passo, inanellando la quarta seduta consecutiva al rialzo. L’indice ha avviato gli scambi già in salita, salvo scendere in direzione dei 19.400 punti per poi riprende la via dei guadagni. Il mercato ha vissuto una fase di volatilità subito dopo la diffusione del report sull’occupazione Usa che ha evidenziato un numero di nuovi occupati nel settore non agricolo inferiore alle attese, a fronte però di un tasso di disoccupazione sceso inaspettatamente al 6,6% rispetto al 6,7% di dicembre. La buona tenuta di area 19.500 ha permesso però alle quotazioni di riprendere la via dei guadagni con una chiusura a ridosso dei massimi intraday a 19.692 punti, in rialzo dello 0,96%. Positivo anche il bilancio dell’intera ottava visto che il Ftse Mib archivia la prima settimana di febbraio con un progresso dell‘1,41% rispetto al close dell’ultima seduta di gennaio.

Brillanti i titoli del settore finanziari a partire da quelli del risparmio gestito che hanno visto Mediolanum (Francoforte: MUN.F - notizie) e Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) mettere a segno un rialzo rispettivamente del 4,62% e del 2% sulla scia dei giudizi positivi espressi da Citigroup (NYSE: C - notizie) che nel caso di Azimut hanno rivisto al rialzo il target price. Ben intonati i titoli del settore bancario che quest’oggi hanno beneficiato di un report di Citigroup, i cui analisti ritengono che il peggio sia ormai alle spalle. Ad approfittare più degli altri è stato Unicredit (Berlino: CRIH.BE - notizie) che dopo essere rimasto più indietro nelle ultime sedute, ha messo un rally del 3,55% grazie alla doppia promozione di Citigroup da neutral a “buy”, con un prezzo obiettivo alzato da 5,8 a 6,6 euro. E’ rimasta al palo invece Intesa Sanpaolo (Francoforte: IES.F - notizie) che ha registrato un frazionale rialzo dello 0,1% malgrado la banca Usa abbia migliorato il rating da “sell” a “neutral”, con un target price rivisto da 1,45 a 2,1 euro. Gli unici due bancari a chiudere in controtendenza sono stati Monte Paschi e Mediobanca (MDD: MB.MDD - notizie) , con un rosso rispettivamente dell‘1,15% e dello 0,42%.

Gran denaro su Buzzi Unicem (Milano: BZU.MI - notizie) che ha sfoggiato un rally del 4,6% sulla scia dei dati preliminari del 2013 e ha continuato la sua ascesa Mediaset (Other OTC: MDIUY - notizie) con un progresso del 3,03% sulla scia delle incoraggianti indicazioni sull’andamento della raccolta pubblicitaria. Bene Telecom Italia che in mattinata è stata oggetto di una forte volatilità, ma alla fine il titolo è riuscito ad imboccare con decisione la via dei guadagni, salendo del 2,79% sulla scia delle novità arrivate dalla riunione del Cda di ieri. Buono spunto rialzista per Enel (Milano: ENEL.MI - notizie) che anche oggi ha scalato posizioni con un vantaggio del 2,18% riuscendo a trascinare anche la controllata Enel Green Power (Madrid: EGPW.MC - notizie) che si è mossa in maniera più cauta con un rialzo dell‘1,28%.

Borsa Usa: indici positivi, acquisti su News Corp, Expedia e Activision
A New York i principali indici sono in territorio positivo. Il Dow Jones guadagna lo 0,6%, l'S&P500 lo 0,7% e il Nasdaq Composite l'1,2%.Nel primo pomeriggio il Dipartimento del Lavoro ha reso noto che, nel mese di gennaio i nuovi posti di lavoro, nei settori non agricoli, sono aumentati di 113 mila unita'. Il dato e' inferiore alle attese degli analisti che si aspettavano una crescita di 185 mila impieghi. Tuttavia e' stata rivista al rialzo la rilevazione di dicembre a 75 mila impieghi dai 74 mila precedenti. Il tasso di disoccupazione e' sceso al 6,6%, inferiore al consensus pari al 6,7%. Il salario orario medio e' cresciuto dello 0,2% su base mensile in linea con le attese.Sul fronte societario Expedia +14%. L'agenzia di viaggi on line ha chiuso il quarto trimestre con un utile di 94,7 milioni di dollari in netta crescita rispetto ai 6,7 milioni di un anno prima. L'Eps adjusted è pari a 0,92 dollari, 7 centesimi in più delle attese. I ricavi sono cresciuti del 18% a 1,15 miliardi, poco sopra il consensus.Gap +5%. Il retailer ha fornito indicazioni sull'utile del quarto trimestre fiscale superiori alle attese. I profitti sono attesi tra 0,65 e 0,66 dollari per azione su ricavi per 4,58 miliardi (-3,2%). Gli analisti avevano previsto un Eps di 0,60 dollari su ricavi per 4,6 miliardi. A gennaio le vendite a parità di negozi sono cresciute dell'1%. Il consenso indicava una contrazione dell'1,3%.LinkedIn -8%. Il social network per professionisti ha chiuso il quarto trimestre con un utile di 3,78 milioni di dollari, in calo rispetto a 11,51 milioni di un anno prima. I ricavi sono cresciuti a 447,22 milioni da 303,62 milioni mentre l'Eps adjusted si è attestato a 0,39 dollari. Gli analisti avevano previsto un Eps di 0,38 dollari su ricavi per 438 milioni. Per il primo trimestre 2014 la società stima un giro d'affari tra 455 e 460 milioni. Il dato è inferiore al consensus (470 milioni). - See more at: http://www.trend-online.com/ansa/fta147 ... GnrOm.dpuf

_________________
Non ti curar di lor ma guarda e passa...
«Nulla è più facile che illudersi. Perché l'uomo crede vero ciò che desidera.»(Demostene)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 153 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 12, 13, 14, 15, 16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Blue Moon by Trent © 2007
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010